La storia dei World Choir Games

LINZ 2000 - AUSTRIA

La breve storia delle Olimpiadi corali inizia con un colpo di timpano nel capoluogo dell’Austria superiore Linz: per la prima volta nella storia del movimento corale internazionale, si incontrano così tanti cori da numerose nazioni per sfidarsi in un concorso corale universale e allo stesso tempo partecipare ad una grande festa della musica corale. Sono nate le Olimpiadi corali e da adesso in poi sono un appuntamento fisso per molti cori in tutto il mondo.
Patrocinio: Dott. Thomas Klestil, Presidente della Repubblica d’Austria

BUSAN 2002 - COREA DEL SUD

Le Olimpiadi corali vanno per la prima volta in Asia. Busan, la metropoli portuale sudcoreana, offre un’ottima ospitalità e dà all’evento un inconfondibile volto asiatico. Questa è la prova che l’idea delle Olimpiadi corali trova sostenitori anche in Estremo Oriente ed è accolta con entusiasmo in tutto il mondo.
Patrocinio: Kim-Dae-Jung, Presidente Repubblica di Corea

BREMA 2004 - GERMANIA

La città anseatica Brema continuò la storia di successo delle Olimpiadi corali e diede un’eccellente ospitalità al più grande concorso corale del mondo. Le brevi distanze delle location e la struttura compatta del centro contribuirono ad un’atmosfera incredibile. In ogni angolo della città si cantava o faceva musica, quindi si poteva percepire proprio letteralmente l’idea delle Olimpiadi corali: Singing together brings nations together.
Patrocinio: Dott. Henning Scherf, Presidente del Senato della Libera Città Anseatica Brema

XIAMEN 2006 - REPUBBLICA POPOLARE CINESE

Nell’ambiziosa metropoli della Cina meridionale Xiamen, l’idea delle Olimpiadi corali raggiunse un altro culmine. Con la sua perfetta organizzazione e l’identificazione della popolazione con i World Choir Games, la città ospitante offrì da ogni punto di vista un evento superlativo. Mai prima di allora un evento della scena corale internazionale aveva ricevuto una tale attenzione da parte della politica e dei media come a Xiamen. Durante la cerimonia di apertura cantò per la prima volta un coro di ambasciatori di 80 Paesi.
Presidente onorario: Walter Scheel, Presidente Emerito della Repubblica Federale Tedesca

GRAZ 2008 – AUSTRIA

Il concorso corale più grande e di successo del mondo proseguì nel 2008 in Austria: Graz, capoluogo della Stiria, si trova a un crocevia di culture europee orientali e occidentali, settentrionali e meridionali. La particolare città vecchia appartiene al Patrimonio dell’Umanità dell’UNESCO. Nel 2003, Graz fu la spettacolare Capitale della Cultura Europea, nel 2008 fu l’acclamata capitale mondiale del canto corale.
Presidente onorario: Walter Scheel, Presidente Emerito della Repubblica Federale Tedesca

SHAOXING 2010 – REPUBBLICA POPOLARE CINESE

I World Choir Games 2010 si svolsero nell’ambito del 2.500° anniversario della città cinese di Shaoxing, poco lontano dalla metropoli Shanghai. Il più grande concorso corale del mondo affascinò per dodici giorni il pubblico proveniente da vicino e lontano. La città ospitante si presentò come attraente luogo dell’evento, e i partecipanti e gli ospiti da tutto il mondo conobbero l’ospitalità cinese. Il padiglione con la capienza di 8.000 persone per i grandi eventi e le 6 sale per i concorsi erano pieni fino all’ultimo posto. Tutti i concorsi si distinsero per il generale alto livello.
Presidente onorario: Walter Scheel, Presidente Emerito della Repubblica Federale Tedesca

CINCINNATI 2012 – STATI UNITI D’AMERICA

La settima edizione dei World Choir Games 2012 è stata ospitata per la prima volta dagli Stati Uniti d’America.La manifestazione è stata un successo che si è spinto ben oltre le aspettative sia per il numero di partecipanti, per l’impatto culturale sulla città che per la visibilità mediatica.Gli abitanti di Cincinnati hanno mostrato un impegno ed un entusiasmo straordinari, con più di 4.600 volontari. Alla “Sfilata delle Nazioni” erano presenti circa 30.000 persone.
Al successo della VII edizione dei World Choir Games hanno contribuito sorattutto la grande varietà e l’alto livello dei cori partecipanti provenienti da tutto il mondo, tra i quail più di 150 dagli Sati Uniti d’America.
Presidente onorario: Walter Scheel, Presidente Emerito della Repubblica Federale Tedesca